Tower Jazz Composers Orchestra
Venerdì, Novembre 29, 2019 - 21:15
Ingresso: 15 €

Alfonso Santimone/ direzione, pianoforte, elettronica, Piero Bittolo Bon/ direzione, sax alto, clarinetto basso, flauti, Marta Raviglia/ voce, Sandro Tognazzo/ flauto, Glauco Benedetti/ tuba, Mirko CisilinoGabriele CancelliPasquale PaterraAndrea Del Vescovo/ trombe, Filippo VignatoFederico PierantoniLorenzo ManfrediniFabio De Cataldo/ tromboni, Gianluca FortiniTobia BondesanFilippo OreficeGiulia Barba/ sassofoni, Luca Chiari/ chitarra, Federico Rubin/ pianoforte, piano elettrico, Stefano Dallaporta/ contrabbasso, basso elettrico, Simone SferruzzaAndrea Grillini/ batteria, William Simone/ percussioni

La Tower Jazz Composers Orchestra, formatasi nel 2016, è l’orchestra residente del Jazz Club Ferrara. L’ampio organico, che prevede la possibilità di turnover tra vari musicisti, è nato come naturale evoluzione di due progetti didattici (The Unreal Book e The Tower Jazz Workshop Orchestra), portando queste diverse esperienze a una rinnovata sintesi forte di una formazione più stabile e un repertorio incentrato su composizioni e arrangiamenti originali.

Affidati alla direzione di Piero Bittolo Bo e Alfonso Santimone, gli elementi mettono in gioco collettivamente le proprie idee musicali con creatività e sorprendente empatia, eseguendo partiture pensate per l’orchestra stessa e rivisitazioni di brani provenienti da varie tradizioni. È così possibile definire la TJCO come un’esperienza orizzontale a dimensione variabile e con un regime partecipativo. Ogni componente più o meno stabile dell’organico, in veste di compositore e improvvisatore, contribuisce alla ricerca a tutto campo che è propria dell’attitudine artistica di questa formazione.

Incluso tra i dieci migliori gruppi dell’anno al Top Jazz 2018 di Musica Jazz, la TJCO, ha costruito un repertorio piuttosto vasto e variegato, dove le voci dei vari compositori si confrontano tra loro nella ricerca di un’identità riconoscibile e di un percorso teso a sconfinare oltre, pur attraversandolo in lungo e in largo, l’idioma classico della big-band jazzistica.

Luogo di spettacolo

Sala Vanni
piazza del Carmine
Firenze (FI)