Il modo più giusto per ricominciare passa attraverso un atto, o meglio, una performance di resistenza.

Dan Kinzelman (sax tenore) con Resist/Evolve - in live streaming sulla pagina Facebook di italiajazz.it (https://www.facebook.com/www.italiajazz.it/) sabato 25 aprile a partire dalle ore 19 - esamina i limiti dei nostri corpi e delle nostre menti, attraverso la nostra urgenza implacabile di sopravvivere, persistere e creare in condizioni di avversità. Tramite l’impiego di speciali tecniche di respirazione, vengono creati dei paesaggi sonori ininterrotti e improvvisati, basati sulle frequenze contenute in una singola nota di sassofono. Durante i primi dieci minuti della performance il sassofonista statunitense, di stanza a Foligno da anni, si avvicina ai suoi limiti fisici, che successivamente tenterà di mantenere, cercando un equilibrio tra le regole che ha predisposto, la sua capacità di concentrazione, e le capacità fisiche del suo corpo nella sua interazione con lo strumento. Il suono viene interrotto solo quando questo equilibrio non può più essere sostenuto.

In attesa di poter vedere nuovamente i musicisti di Nuova Generazione Jazz sul palcoscenico, I-Jazz ha deciso di organizzare alcune puntate online dedicate ai musicisti scelti all’interno del progetto di promozione dei giovani jazzisti italiani.

Nuova Generazione Jazz è organizzato e sostenuto dall’Associazione I-Jazz, per il terzo anno consecutivo, con il supporto del Mibact, di NuovoIMAIE (realizzato con i fondi dell’articolo 7 L. 93/92) e nasce dalla volontà di allinearsi agli alti standard promozionali e qualitativi europei, seguendo attentamente le dinamiche del mercato musicale, con l'obiettivo di sostenere la promozione del talento emergente attraverso un programma di concerti nei maggiori festival e jazz club italiani ed europei. Un'iniziativa che intende far circolare la musica dei giovani jazzisti, cercando nuove relazioni, legami, collaborazioni, e ampliando il bacino di fruizione e di utenti.

Con questi obiettivi, le edizioni 2018 e 2019 hanno ottenuto grandi risultati e visto i musicisti selezionati suonare a Toronto, Londra, Reykjavik, Praga, Oslo, Budapest, Stoccolma, Zurigo, Cerkno, Porto e in oltre venti prestigiosi festival italiani per ogni annualità, tutti membri dell’associazione. Nel 2020 il calendario dell’attività contava circa 50 concerti che da marzo hanno subito una forzata battuta d’arresto. Il progetto, però, non si ferma e assume una forma nuova mantenendo sempre l’originalità dei contenuti. Nuovi appuntamenti saranno organizzati a maggio e presto comunicati.

Aspettando Nuova Generazione Jazz aderisce all’iniziativa solidaristica “Il jazz italiano per Bergamo”, promossa da I-Jazz insieme ai suoi soci a favore della raccolta fondi aperta da Cesvi Onlus a favore dell’ospedale di Bergamo e di alcune strutture di accoglienza per gli anziani a Bergamo e Milano.

Per info sulle donazioni: https://www.gofundme.com/f/emergenza-covid-cesvi-per-bergamo

Causale e hashtag ufficiale #jazz4bergamo

Per info: segreteria@i-jazz.it

Photo: Giuseppe D'Addino

Pubblicato: Venerdì, Aprile 24, 2020 - 09:56