Dopo gli appuntamenti di Musiche dal Mondo, il Circolo Controtempo di Cormòns si prepara per un autunno di spettacoli e annuncia i concerti di Le nuove rotte del jazz, la rassegna dedicata alle nuove sonorità jazz e ai giovani artisti, all’insegna dell’innovazione e della sperimentazione. Giunta alla diciottesima edizione, la manifestazione si svolge nell’Auditorium del Museo Revoltella, nel cuore di Trieste, luogo vocato alle avanguardie artistiche e agli attraversamenti internazionali. Tutti i concerti sono a ingresso gratuito per favorire la partecipazione di un pubblico giovane e curioso e degli studenti.

Primo appuntamento giovedì 24 settembre (ore 20.30), sempre all’Auditorium del Museo Revoltella. Protagonisti della serata il sassofonista Elias Lapia con il contrabbassista Salvatore Maltana e il batterista Adam Pache. Elias Lapia è il giovane sassofonista vincitore del Premio Internazionale Massimo Urbani 2019 - XXIII edizione. Il trio, formatosi in occasione della registrazione del progetto "The Acid Sound”, disco in uscita per l’etichetta Emme Record Label, esegue un repertorio originale che attraversa il periodo compositivo vissuto dal sassofonista in Francia e Olanda. Il duo composto da Salvatore Maltana e Adam Pache affonda le radici nello swing americano, forte di una connotazione blues e sviluppa le sonorità reinterpretandole attraverso l'esecuzione. Il concerto è realizzato in collaborazione con I-Jazz e con il sostegno di Nuovo IMAIE.

Grande attesa poi giovedì 1° ottobre (ore 20.30) per KORA, progetto musicale che vede protagonisti alcuni dei musicisti più interessanti e originali del nord-est, attivi nella scena jazz nazionale e internazionale: Giacomo Zanus alla chitarra, Giorgio Pacorig al piano, Marco D'Orlando alla batteria e Mattia Magatelli al contrabbasso. Kora comprende brani scritti per chitarra elettrica, piano, piano preparato, rhodes, electronics, contrabbasso e batteria. L'alternanza di sonorità acustiche ed elettriche è il filo conduttore di questo dialogo musicale che si muove in constante equilibrio tra minimalismo, experimental music, contemporary jazz e folk americano. Un linguaggio musicale che si fa ricerca e sperimentazione, per un ensemble che sa stupire.

Ingresso libero con prenotazione vivamente consigliata per capienza limitata, in ottemperanza alle norme vigenti. INFO: www.controtempo.org

Link al programma https://www.italiajazz.it/attivita/festivals-e-rassegne/le-nuove-rotte-del-jazz

Pubblicato: Lunedì, Settembre 7, 2020 - 10:25