Release Date: 15/10/15
Artisti Principali:
Strumentisti:
Codice: BE012
Francesca Leone è oramai da anni la punta di diamante nell’interpretazione della musica popolare brasiliana avendo dedicato al jazz e alla bossa nova un’intera carriera costellata da successi. Il suo stile brioso e coinvolgente rapisce l’ascoltatore e lo accompagna nelle emozioni infuse dalla sua voce sempre ‘sorridente’, corposa e suadente allo stesso tempo. Grazie al suo personalissimo gusto espressivo, infatti, l’intero album è come pervaso da un colore caldo, positivo e sottintende un’allegria di fondo che abbraccia ogni brano come una cornice adatta ad ogni situazione.
Il quadro si completa grazie ad una sezione ritmica eccellente composta da Guido Di Leone, che lo dipinge con una rosa di possibilità strumentali tipicamente brasiliane: dalla chitarra classica, al cavaquinho, all’elettrica, offrendoci come sempre la sua grande conoscenza del comping latin e il pregio del suo fraseggio solistico. Al basso elettrico ed alla batteria la macchina del groove incredibilmente coesa nell’interplay di Gianluca Fraccalvieri e Fabio Delle Foglie. Ulteriore valore aggiunto di questo disco è la collaborazione con la pregevolissima Pocket Orchestra di Guido Di Leone, un piccolo ensemble solitamente impegnato in repertori jazz che qui affronta il sound brasiliano con grande efficacia. Il quartetto di fiati, infatti, sembra sempre ragionare e suonare come una grande orchestra ed è composta da Mike Rubini al sassofono contralto, Francesco Lomangino al sax tenore ed al flauto, Alberto Di Leone alla tromba ed al flicorno, Vito Andrea Morra al trombone, il quale ne è anche l’eccellente arrangiatore. Grazie alla loro presenza infatti, splendidi background di fiati e momenti di accattivante virtuosismo impreziosiscono e completano lo scenario sonoro che pervade il tessuto armonico e melodico dell’album.
Un ulteriore supporto in alcuni brani lo forniscono le percussioni di Enzo Falco e il coro di voci Pentasamba, soprattutto in “Samba do Aviao” dove riescono, con incredibile energia e consapevolezza, nel ricreare la tipica atmosfera sudamericana della batucada e del samba.
Dal repertorio classico bossa di Antonio Carlos Jobim, Toquinho a composizioni moderne e popolari di Joyce, A. Silva, Caetano Veloso, la sequenza di brani scorre fluida e piacevolmente ascoltabile grazie all’organicità delle proposte, all’esecuzione impeccabile ed agli arrangiamenti gustosissimi di Vito Andrea Morra. Ed una piccola sorpresa: “Querida” che dà il titolo al disco, è una composizione di Guido Di Leone e Francesca Leone, dedicato alla loro figlia Laura; un’intro choro (lo stile popolare che diede vita al samba ed alla bossa nova) suonata in 3/4 col cavaquinho, dimostra con delicatezza e tenerezza tutta l’essenza dei sentimenti espressa dalle mani di abili musicisti che hanno fatto della musica il loro marchio indiscusso di bellezza artistica.
DOWNLOAD